Comprare followers su instagram: perché è meglio evitarlo.

Cara Persona,

so che sei arrivata qui cercando su google “Comprare followers su instagram”. So addirittura cosa ti ha portato a digitare questa frase. Hai guardato prima i numeri del tuo account; poi li hai confrontati con i profili che segui più assiduamente, che ti piacciono di più. “Guarda quanti followers! Io ho solo zia Maria, mia cugina Clotilde, il mio fornaio di fiducia e gli amici della briscola a seguirmi. Così non mi noterà nessuno! Io voglio tanti followers! Ho letto/sentito/mi ha detto mio cugino che puoi comprare i followers così vendi tantissimo e puoi stracciare la concorrenza! Poi diventi influencer, finisci sui giornali, bellissimo! Adesso cerco su google come si fa”.

Ci ho preso? Ho colorito un po’ la faccenda ma credo che ognuno di noi, almeno una volta, abbia pensato di aumentare i suoi seguaci usando qualche trucco.

Provo a spiegarti perché non è utile avere followers comprati per il tuo beauty brand.

Non è legale

Sì cara Persona: ogni piattaforma ha le sue regole. Comprare followers è una grave violazione della policy di instagram che considera questi servizi di automatizzazione come spam. Cito: “Per aiutarci a evitare lo spam, non raccogliere in modo artificiale “Mi piace”, seguaci o condivisioni, non pubblicare commenti o contenuti ripetitivi e non contattare ripetutamente le persone per fini commerciali senza la loro autorizzazione.” Qui puoi leggere le linee guida complete. A seguito di controlli che vengono effettuati periodicamente, il tuo account potrebbe essere bloccato e chiuso.

I followers (veri) sono persone

Banale ma vero. Dietro i numeri che vedi sul tuo contatore ci sono persone, come me e te. Curare la tua comunicazione su instagram significa soprattutto instaurare relazioni e costruire un rapporto con la tua comunità. Esattamente come fai ogni giorno fuori da internet. A cosa ti servono i numeri se nessuno di quei profili è interessato a quello che proponi? A cosa ti servono i numeri se non ricevi nemmeno un commento, una domanda? Sì cara Persona, i followers che hai comprato non avranno mai nessuna interazione con te. E tu vuoi che chi ti segue sia interessato a quello che scegli di postare, nevvero?

Se mi prendi in giro me ne accorgo

Hai deciso di comprare i followers. Sai che non è una scelta etica, sai che non sono persone, sai che tutto è finto ma guardi il contatore e i numerini salgono, salgono e tu ti senti in paradiso. Così come sei tu ad accorgerti che i followers crescono in modo irreale, se ne accorgeranno anche quelli che hanno scelto di farlo perché davvero interessati a quello che fai. E si sentiranno traditi. Capiranno che stai barando e ti lasceranno solo soletto. Tu, i tuoi followers finti e le tue interazioni a zero. Un bello scenario, vero?

Per crescere su instagram non servono trucchi ma una strategia solida e personale, disegnata sul tuo beauty brand. Serve aiuto? 🙂

 

 

 

 

 

5 consigli per una buona diretta Facebook

Nell’aprile 2016 il caro vecchio Mark Zuckerberg ha presentato al mondo Facebook Live, il servizio che ti permette di trasmettere video streaming in diretta.

Da quel momento in poi tutto è cambiato: abbiamo potuto assistere a concerti, manifestazioni senza muoverci dal divano; abbiamo scoperto persino che il gatto della nostra zietta canadese gode di ottima salute.

Ora senti che è arrivato il tuo momento: vuoi lanciarti anche tu e realizzare il tuo primo video in diretta su Facebook.

Qui trovi cinque consigli utili per tenere desta l’attenzione dei tuoi spettatori e raccontare loro qualcosa del tuo lavoro.

 

  • Crea l’ambiente giusto

Pensa al luogo in cui realizzerai la tua diretta. E’ il tuo ufficio? La tua cucina? Il tuo soggiorno? Scegli un posto in cui ti senti a tuo agio, lontano da fonti rumorose esterne. Personalizzalo, rendilo confortevole, crea uno sfondo che faccia da cornice agli argomenti che vuoi trattare. Stai invitando persone che non ti conoscono a entrare nel tuo mondo: prenditi cura di loro.

 

  • Fatti sentire

Se guardo un video probabilmente sono curioso di sapere quello che dirai. Un audio pessimo potrebbe infastidire chi ti guarda e indurlo a scrollare lontano. Fai attenzione anche al tuo tono di voce: l’intensità con cui parli ti aiuta a tenere viva l’attenzione.

 

  • Racconta (ma non troppo)

Sapere prima quale argomento vuoi affrontare ti aiuterà ad essere più disinvolto e a centrare meglio il punto. Potrai approfondirlo e lasciare spazio alle domande che riceverai: sarà un incontro ancora più costruttivo.

 

  • Datti un tempo

Quanto dura una diretta facebook ideale? Non lo so, non esistono regole. Pensa che chi ti segue spesso guarda i video usando il telefono. Restare inchiodati per un’ora non è il massimo: trenta minuti sono sufficienti. E se non riesco a dire tutto? Fantastico, hai materiale per la prossima diretta!

 

  • Non fingere

Avere la telecamera puntata in faccia può generare un po’ di ansia da prestazione: ci tieni a fare bella figura, lo so. Non importa che tu sia perfetto, importa che tu sia davvero come sei. Durante una diretta in cui ero ospite ho fatto cadere il cavalletto che reggeva lo smartphone ma pensa! chi guardava ha riso e mi ha aiutato a rompere il ghiaccio.

 

Ce la puoi fare, giuro. Prova e fammi sapere se i miei consigli ti sono stati utili.