Protezione solare: come usarla e quale comprare

Con l’arrivo della bella stagione, quando il primo sole fa capolino torna prepotente il desiderio di godersi le giornate all’aria aperta, di abbronzarsi un po’ per spegnere il pallore dei nostri volti ormai illuminati solo dalla luce degli schermi. Sono qui in veste di grillo parlante per ricordarti che sì, esporsi al sole è piacevole ma va fatto con la giusta protezione solare.

Se hai dubbi su come usarla, su come sceglierla e su quale comprare qui trovi una serie di indicazioni che spero possano esserti utili.

piscina con sfondo giallo sole protezione solare

Che cos’è l’ SPF della tua protezione solare

SPF è l’acronimo che in lingua inglese significa Sun Protection Factor ovvero il fattore di protezione della nostra crema solare. Accanto all’acronimo troverai un numero (10, 15, 20, 25 e via discorrendo) che indica quanto tempo puoi esporti al sole prima che sopraggiungano scottature o eritemi. Va da sé, quindi, che più il fattore di protezione di un solare sarà alto, maggiore sarà la capacità del prodotto di ritardare eventuali danni.

La protezione solare non è da considerarsi alla stregua degli altri cosmetici: è importante che entri a far parte dei prodotti di uso quotidiano (come il sapone per lavare il corpo o il dentifricio) perché ha il compito di proteggere la nostra pelle tutto l’anno. Difatti la crema solare va applicata anche d’inverno, tutte le volte in cui sappiamo che trascorreremo del tempo all’aperto e anche in casa se lavoriamo, per esempio, di fronte a una finestra. I raggi solari ci sono sempre, anche quando è nuvoloso!

Come scegliere il prodotto adatto con l’SPF giusto? Scoprendo qual è il tuo fototipo.

Che cos’è il fototipo

I fototipi, che, secondo la scala di Fitzpatrick sono sei, classificano le persone in base alla qualità e quantità di melanina presente nella pelle, in condizioni normali, lontane da una forte esposizione solare. Ognuno di noi ha diverse quantità di melanina: questa determina la carnagione, la pigmentazione dei capelli e degli occhi, che sono, in ogni caso, predeterminati da fattori genetici. La melanina ha una funzione fotoprotettiva: la sua “risposta” all’esposizione ai raggi ultravioletti è l’abbronzatura. Sapere qual è il proprio fototipo è importantissimo non solo per la scelta del solare ma anche per capire quali sono le accortezze da avere nell’esposizione. Una visita dermatologica è la chiave di volta per imparare a proteggersi al meglio. Ti lascio qui il link al sito del Ministero della Salute per informarti meglio.

spiaggia sullo sfondo, libri e occhiali da sole in primo piano, protezione solare

Quali tipologie di creme solari esistono in commercio?

In commercio ci sono centinaia di prodotti che proteggono dai raggi solari. Per aiutarti nella scelta li suddivido in sei categorie: sarà più facile capire qual è il cosmetico più adatto alla tua pelle e alle tue esigenze.

Crema solare: la consistenza è piena e corposa, va massaggiata a lungo affinché si assorba. Va benissimo se hai la pelle secca o molto disidratata.

Latte solare: più liquido, quasi acquoso rispetto alla crema, si asciuga in fretta e si spalma con più semplicità. Risulta però meno resistente e occorre riapplicarlo con maggiore frequenza. Ottimo per chi non ama le texture troppo ricche.

Gel solare: leggero e fresco, si assorbe in un attimo ed è molto adatto a chi ha la pelle mista-grassa.

Olio solare: ottimo per chi ha la pelle secca, si stende rapidamente e, a seconda della tipologia di prodotto, si asciuga subito (versione “secca”) o lascia un velo luminoso.

Stick solare: più grasso, lascia una patina leggermente biancastra ed è adatto per proteggere nei, cicatrici, tatuaggi o piccole zone del viso più delicate (contorno occhi, contorno labbra).

Spray solare: liquido o addirittura in versione nebulizzata, è molto pratico e si stende con facilità ma, come per l’olio solare, è difficile capire qual è la quantità di prodotto che si sta utilizzando.

spiaggia sullo sfondo e persone che osservano il mare, in primo piano un camioncino volkswagen arancione protezione solare

Di quanta protezione solare ho bisogno e dove?

La dose consigliata di protezione solare è di 30 grammi per ogni applicazione, l’equivalente di 2 grammi per ogni centimetro quadrato di pelle. Puoi tenere come indicazione, se per esempio stai applicando la protezione solare sul viso, una linea di crema che parta dalla falange del dito medio e arrivi fino al polso, per tre volte. La quantità di prodotto applicato è importantissima per non scottarsi. Usandola adeguatamente scoprirai che ti serve molta più crema di quella che credevi e sarà difficile buttare i cosmetici perché “sono avanzati”.

La protezione solare prima di truccarmi è necessaria? Non basta l’SPF del mio fondotinta?

Sì, è necessaria e no, non basta l’SPF presente nel tuo fondotinta. Come abbiamo detto prima, la quantità di prodotto da applicare è importante e il fondotinta, per quanto tu possa metterne, non ti proteggerà adeguatamente.

Dove applicare la protezione solare?

Viso, naso, contorno occhi, labbra e palpebre mobili comprese, orecchie, collo, nuca e dorso delle mani se non stai esponendo nessuna altra parte del corpo. Se non hai i capelli va applicato su tutto il cuoio capelluto.

Sul corpo ovunque, compreso il dorso e la parte posteriore dei piedi.

Ogni quanto devo applicare la protezione solare?

Va applicata venti/trenta minuti prima dell’esposizione e riapplicata ogni due ore, specie se fai il bagno o tendi a sudare molto. Va da sé che la protezione solare da sola non basta: ricorda gli occhiali da sole e il cappello e cerca di non esporti nelle ore più calde della giornata.

Quali protezioni solari mi consigli prima del trucco?

Elenco qui le mie protezioni solari preferite che sono perfette prima di truccarti. Ricorda sempre che l’ultimo step prima di indossare il fondotinta è, appunto, la protezione solare.

Fotoprotector ISDIN Fusion Water: texture acquosa e leggerissima, si fonde perfettamente con la pelle lasciandola morbida e idratata. Si asciuga velocemente e può essere applicata anche sulla pelle bagnata.

Ren Clean Skincare Clean Screen Mineral Crema Solare: texture compatta e ricca, si stende facilmente ma lascia anche un effetto opacizzante. Ottima se hai la pelle mista-grassa.

Missha All Around Safe Block Water Proof Sun Milk: latte solare leggero e rinfrescante, resiste all’acqua e al sudore ed è consigliato per chi fa attività fisica all’aperto. Non lascia residui e anche questa è leggermente opacizzante.

Clarins UV Plus Écran Multi Protection Lozione Viso: texture leggerissima, è il solare perfetto da città. Adatto alle pelli secche e mature, lavora benissimo sotto il make up.

Shiseido Urban Environment UV Protection Cream Crema Solare: crema morbida, ricca e molto idratante, non lascia residui e si stende meravigliosamente. Per le pelli secche è una favola.

La Roche Posay Anthelios Spray invisibile fresco: è il mio mai più senza. Spray invisibile e rinfrescante, non va spalmato ma nebulizzato, non lascia aloni, si asciuga velocemente ed è opacizzante. Lo utilizzo soprattutto per “ritoccare” la protezione viso quando sono in giro.

Ricorda: protezione solare SEMPRE.


I dieci migliori fondotinta da comprare (part 2)

Stai cercando il fondotinta perfetto per te? Sei capitata nel posto giusto. Ho suddiviso questa lista in due parti: qui puoi leggere la prima.

Ho selezionato questi fondotinta non solo sulla base della mia esperienza d’uso ma anche pensando alla loro versatilità: sono adatti a ogni stagione, non fanno strato, non appiccicano e resistono a lungo. Pronta a scoprire il resto?

By Terry Hyaluronic Hydra

fondotinta by terry hyaluronic hydra
foto instagram @byterryofficial

Caratteristiche: si tratta di un fondotinta idratante e luminoso. Arricchito da acido jaluronico, ha una texture impalpabile e sottilissima. Disponibile in 20 colorazioni, ha SPF 30. La copertura va da bassa a medio alta poiché si tratta di un fondotinta che può essere “costruito” a seconda delle esigenze. Formula vegan.

A chi lo consiglio: Pelli mature, segnate e disidratate. Non segna e lascia il volto luminoso.

Strumenti per applicarlo: perfetto con la beauty sponge.

Bobbi Brown Skin Weightless

fondotinta bobbi brown skin longwear weightless
foto instagram @bobbibrown

Caratteristiche: fondotinta con formula mat a lunga durata (16h) ma leggero e confortevole. La copertura va da bassa a totale: il prodotto è stratificabile eppure senza peso né strato. Ha SPF 15 ed è disponibile in 43 colorazioni. Morbido e facile da sfumare.

A chi lo consiglio: dalle pelli normali a quelle miste/grasse. La formula è asciutta ma non disidrata.

Strumenti per applicarlo: beauty sponge per una copertura da bassa a media, buffer brush per una copertura alta o totale.

Estee Lauder Double Wear Stay-in-place Make up

fondotinta estee lauder double wear stay in place make up
foto instagram @esteelauder

Caratteristiche: fondotinta a lunghissima tenuta (24h), non si trasferisce sugli abiti, resiste a calore, sudore e umidità restando invariato sia nel colore che nella stesura. Asciuga velocemente, ha una copertura da alta a totale pur restando confortevole. Disponibile in 50 colorazioni, ha SPF 10.

A chi lo consiglio: pelli miste, grasse e oleose, a chi necessita di una copertura alta senza alterare la freschezza del volto.

Strumenti per applicarlo: buffer brush, beauty sponge, pointed brush e in generale tutti i pennelli viso con setole fitte e compatte.

Mac Studio Fix Fluid

fondotinta mac studio fix fluid con fissatore trucco fix plus
foto instagram @maccosmeticsitalia

Caratteristiche: questo fondotinta è il bestseller del brand. Effetto mat e copertura modulabile – da media a coprente – è ad altissima tenuta. Disponibile in 66 colorazioni, ha SPF 15.

A chi lo consiglio: pelli miste e grasse e a chi ha bisogno di un cosmetico ad altissima resistenza.

Strumenti per applicarlo: stippling brush per un effetto più naturale, buffer brush per una copertura più intensa.

Charlotte Tilbury Airbrush Flawless

fondotinta charlotte tilbury airbrush flawless
foto instagram @ctilburymakeup

Caratteristiche: fondotinta a lunghissima tenuta e copertura totale, riesce a restare comunque luminoso e confortevole. Disponibile in 44 colorazioni, copre ogni imperfezione, ha una formula no transfer.

A chi lo consiglio: pelli miste, grasse e oleose e per chi necessita di copertura totale.

Strumenti per l’applicazione: buffer brush.

Ok, ci siamo: l’elenco è completo. Se questo post ti è stato utile, condividilo 🙂

make up chanel

I dieci migliori fondotinta da comprare (part 1)

La scelta del fondotinta giusto equivale, per la maggior parte delle donne, al ritrovamento del Sacro Graal. Che sia del colore perfetto, che non crei stacco con il collo, che sia coprente ma che non crei l’effetto mascherone, che duri senza ritocchi, che sia glow ma anche matt: il fondotinta perfetto dev’essere magico.

Da ossessiva della base come sono, ho provato negli anni decine di fondotinta, dai più blasonati ai più economici. Te ne lascio qui dieci che per me valgono l’acquisto. Tuttavia, è importante che, prima di acquistare un fondotinta, tu sappia che tipo di pelle hai, quale effetto desideri ottenere e quali strumenti hai a disposizione per applicarli. Questo ti aiuterà a fare una ricerca più precisa.

Un’altra indicazione che può esserti utile: prova sempre il fondotinta guardandoti alla luce naturale. Sarà più facile capire se il colore è giusto per il tuo incarnato. Provarlo in profumeria è sicuramente comodo ma tieni sempre presente che le luci artificiali alterano le tonalità, tutto sembra più chiaro e “smussato”. Se sei indecisa sulla nuance da scegliere, chiedi campioncini!

In questo post trovi i primi cinque fondotinta della mia classifica.

Dior Forever Skin Glow

fondotinta dior foverer skin glow
foto instagram @diormakeup

Caratteristiche: fondotinta luminoso ad alta tenuta, resiste a calore, sudore e umidità. La copertura va da media ad alta. Disponibile in 36 colorazioni, ha SPF 35 PA++. Il finish è luminoso e idratante. Non fa strato, si fonde benissimo con l’incarnato, non segna.

A chi lo consiglio: lavora meravigliosamente sulle pelli mature e secche. Perfetto per chi vuole un volto fresco ma privo di discromie.

Strumenti per applicarlo: stippling brush, buffer brush e beauty sponge. Rende benissimo con tutto, praticamente.

Guerlain Lingerie de Peau

fondotinta guerlain lingerie de peau
foto instagram @guerlain

Caratteristiche: fondotinta leggero e fresco, effetto seconda pelle. Idratante, ha un profumo dolce e impercettibile di pesca. Copertura bassa ma modulabile. Disponibile in 14 colorazioni.

A chi lo consiglio: è il cosmetico perfetto per chi vuole solo un tocco perfezionante sulla pelle. Non adatto alle pelli grasse.

Strumenti per applicarlo: stippling brush, beauty sponge o, come consigliato dal brand, i polpastrelli.

Lancome Teint Idole Ultra Wear

fondotinta lancome teint idole ultra wear
foto instagram @lancomeofficial

Caratteristiche: fondotinta ad alta tenuta (24h), alta copertura ma senza strato. Delicatamente profumato alla rosa, non necessita di grandi ritocchi durante il giorno. Si asciuga velocemente lasciando una finitura cipriata pur restando estremamente confortevole. Disponibile in 42 colorazioni. Ha SPF 15. Disponibile anche in versione stick.

A chi lo consiglio: perfetto per le pelli grasse e oleose.

Strumenti per applicarlo: dà il suo meglio con il buffer brush o il pointed brush.

Shiseido Syncro Skin Radiant Lifting

fondotinta shiseido syncro skin radiant lifting
foto instagram @shiseido

Caratteristiche: fondotinta effetto lifting, idratante e lisciante. La copertura va da media a medio alta: è perfettamente modulabile senza appesantire. Molto luminoso, lascia la pelle leggermente satinata. Disponibile in 30 colorazioni, ha SPF 30.

A chi lo consiglio: pelli da secche a molto secche, segnate e mature.

Strumenti per applicarlo: rende benissimo con la beauty sponge, effetto flawless garantito.

Nars Natural Radiant Longwear

fondotinta nars natural radiant longwear
foto instagram @narsissist

Caratteristiche: fondotinta dal finish luminoso e naturale ma a lunga tenuta (16h). Leggero e cremoso ma dall’alta copertura, è traspirante, non macchia e non secca. Disponibile in 33 colorazioni.

A chi lo consiglio: pelli secche e normali.

Strumenti per applicarlo: buffer brush per un effetto pelle piallata stile Photoshop, beauty sponge per un effetto meno costruito e più naturale.

Se ti interessa saperne di più sui pennelli e le loro funzionalità, leggi questo post.

Dritte beauty per spaccare in videocall

“Ci vediamo su Zoom?” is the new uscire. Ammettiamolo: ormai trascorriamo in videocall gran parte delle nostre giornate.

Sperando presto di tornare a splendere dal vivo, ecco quali sono le mie dritte beauty per spaccare in video.

Make-up Bobbi Brown, per le tue videocall

Inquadrature e luce

Le fotocamere di laptop e smartphone distorcono lievemente le proporzioni del nostro viso e fanno sembrare più grande tutto ciò che è esposto (ad esempio il naso). La qualità dell’immagine poi fa risaltare pori, occhiaie e segni. Niente panico: tieni i tuoi aggeggi lontani almeno 30 cm dal viso e posiziona l’obiettivo più o meno all’altezza degli occhi; meglio guardarlo dal basso verso l’alto. Tieniti al centro dell’inquadratura.

La luce: se hai una finestra siediti frontalmente, non tenerla alle spalle.

Se usi invece una luce artificiale, posizionala diretta al volto ma non troppo vicina per evitare l’effetto D’Urso. Eliminerai le ombre e la pelle sembrerà più uniforme.

Come mi trucco per una videocall?

Regole generali: no mascherone, no ciglia finte, no contouring esagerato, no occhi con chilate di ombretto; meno è meglio.

Una base leggera e luminosa è quello che ci vuole. Prediligi fondotinta non troppo pastosi: puoi diluire il prodotto con un goccio del tuo siero viso per renderlo più fluido e idratante.

Occhiaie: annulla la parte scura dell’occhiaia con un correttore a base aranciata e poi picchiettane uno illuminante su tutto il contorno occhi, al centro del volto e sull’arco di cupido.

Blush: meglio scegliere colori rosati o pescati che danno subito un’aria fresca e riposata. Passane un po’ anche sugli occhi per dare un senso di armonia con il resto dei colori del viso. Se ti piace, aggiungi un tocco di illuminante ma che sia sobrio e discreto.

No assoluto a terre o contouring eccessivi e troppo netti, rendono il volto più duro e tolgono naturalezza. 

Per gli occhi: vai di mascara sia sulle ciglia superiori che su quelle inferiori avendo cura di pettinarle verso l’esterno: gli occhi sembreranno più grandi. No a ombretti scuri e a linee troppo nette: se vuoi usare la matita sceglila marrone piuttosto che nera e sfumala con un pennellino.

Rossetto: meglio nude o gloss, le labbra saranno in risalto. Evita i colori scuri (ad esempio i prugna o i mattone) che induriscono i lineamenti e ne riducono la grandezza.

Cipria? Sì, grazie! Per evitare di apparire lucida, spennella un po’ di polvere nella famosa zona T.

Ho preparato questo contenuto per la Spring Vibes, la newsletter della digital strategist Nicole Zavagnin. Secondo me vale la pena iscriversi, puoi farlo qui.